Animabella.

C’è stato un momento della mia vita in cui mi sono chiusa a riccio. Faccio così quando ho il cuore a pezzi e non mi piace che si veda. Non é orgoglio, nemmeno riservatezza: credo sia un meccanismo di difesa che ho messo in atto forse fin dalla mia infanzia. Qualcosa del tipo “l’odore del sangue attira gli squali “.

Nell’ottobre del 2011 ero sposata con MaritoSingle da due anni e la mia Ciala aveva appena 4 mesi: nell’apice della gioia. La cosa più bella che puoi fare quando provi una gioia così grande é condividerla con chi ami, perché non ce la fai a tenerla chiusa nel petto. Oltre alla mia Family, la persona con la quale ho condiviso tutto quello che é avvenuto dal test di gravidanza alla nascita della mia prima figlia é stata Anna Lisa. Da quel momento in poi ogni passo successsivo lo abbiamo fatto insieme: dalla prima ecografia, ai primi acquisti per Ciala, al viaggio qui in Puglia per posare le sue mani sul pancione per sentire sua nipote scalciare, fino alla sorpresa finale, il giorno successivo al parto in cui é venuta, con estrema fatica e trascinandosi dietro la sua inseparabile mamma, a dare il benvenuto a Ciala. Se l’é presa tra le braccia con quella naturalezza che ha solo chi già si conosceva, le ha sussurrato tutto il suo affetto e la sua gioia incontenibile per essere lì in quel momento e Ciala, per la prima volta da quando é nata, ha sorriso.

Ad ottobre del 2011, il 4 ottobre, un sms mi avvisava che la mia Anna Lisa non c’era piu.

É stato lì che ho iniziato a chiudermi all’amicizia. Non avevo voglia di parlare e di parlarne. Era successo di nuovo che il cancro mi avesse portato via la mia migliore amica. Prima Francesca e adesso anche Anna Lisa. Sempre lui, il drago feroce, la bestiaccia: me le ha strappate via prematuramente ma solo fisicamente perché lui non sa nulla dell’amicizia vera, quella che ti permette di continaure a far vivere chi ami perché tu continui ad amarle, a sentirle vicine e allo stesso tempo, mentre ti lecchi le ferite, ti prometti che mai più soffrirai cosi terribilmente a causa dell’amicizia, che mai più ti legherai a qualcuno perché un’amicizia così non ti ricapiterà più nella vita. E poni un confine anche con chi cerca in qualche modo di starti vicino, di darti una parola di conforto che accetti e accogli ma, per favore, non oltrepassate  quel confine. E pensi tante volte che quella ragazza é proprio una brava ragazza, che sembra sinceramente affezionata a te e tu poco alla volta cerchi di fare un passo avanti ma no, nessuna é come Anna Lisa. Non che dipendesse da loro: ero io che non mi sentivo come mi sentivo con lei. Quella sensazione di benessere nello stare insieme, quel sentirsi a casa, la fiducia riposta in chi ti permette di essere te stesso con tutte le tue fragilità senza mai usarle come punto di forza contro di te, non ti giudica ma cerca di comprendere, io non l’ho più riprovata.

Fino a quando un giorno, su Facebook, mi giunge una richiesta di amicizia. “E questa chi é? No, non la conosco.  Nemmeno due righe per presentarsi.  I soliti curiosi che vogliono farsi i fatti tuoi… amici in comune zero. No, rifiuto”.

Poi però guardi bene quel viso, lo scruti. Mi é completamente sconosciuto ma c’è qualcosa che mi fa soffermare a guardarlo. Questa ragazza ha un sorriso sereno e timido e, scorrendo le altre foto del profilo, mi rendo conto che sono tutte molto spontanee, mai impostate. Sorride sempre. “Di dove é?” mi domando. “Ah, Sicilia… e cosa possiamo mai costruire io e lei che siamo cosi lontane e non ci conosciamo nemmeno? No, rifiuto”. Cerco di scoprire qualcosa in più dalla sua bacheca ma non mi permette di vedere altro se non le immagini di copertina e di profilo. “Diffidente la ragazza…” penso.

Vocina: “Ale, sei pesante! Che cosa vuoi che accada se accetti una richiesta di amicizia di una ragazza che non conosci? Che male ne può derivare?”.

Richiesta di amicizia accettata. Ora tu e Animabella siete amiche su Facebook.

Continua…

Annunci

10 pensieri su “Animabella.”

    1. Si, é quello che penso anche io. Ma, fidati, se vedesse il suo nome scritto tutto attaccato, avrebbe qualcosa da ridire perché lei ci teneva molto al suo Anna staccato Lisa. 😊

      Mi piace

    1. Grazie Gabriella anche se io non ritengo di essere brava a scrivere. Scrivere é tutta un’altra cosa. Io racconto la mia quotidianità, senza romanzarci su, per quella che é. Riparlerò spesso di amicizia perché per me é importante come l’amore. A presto!

      Mi piace

  1. Lo ammetto. Mi hai fatto commuovere.
    Inconsciamente ho rivissuto i momenti in cui anch’io temevo che non ci potessero essere altre amicizie dopo le continue delusioni o “batoste” che la vita mi ha posto.
    Sarà un luogo comune! Chi lo sa…?!
    Sta di fatto che, dopo le brutte esperienze, ti rendi conto che condividere pensieri,sensazioni, esperienze,momenti si e momenti no ( e chi più ne ha più ne metta!) è qualcosa di speciale e unico.
    Affidarsi non è semplice e non è da tutti e per tutti.. ma quando ci riesci, devi stare ben attento a tenerti stretto questo legame. Perché è vero che chi trova un amico trova un tesoro.. un tesoro inestimabile!

    Mi piace

    1. C’era quel freno che non ti permetteva di aprirti al cento per cento e poi ti capita quell’amica che prendi per mano e la porti a vedere dentro te. Si, capisco bene cosa intendi. Un abbraccio Deby!

      Mi piace

  2. Mi hai fatto ricordare una poesia:

    “Per fare un prato occorrono un trifoglio e un’ape,
    Un trifoglio e un’ape
    E il sogno.
    Il sogno può bastare
    Se le api sono poche.”

    Chissà ora chi è prato, chi trifoglio, chi sogno….di sicuro sappiamo chi è ape!
    A.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...