Fondamentale.

Sono reduce da una settimana intera in cui un vivacissimo virus mi ha provocato una gastroenterite che mi ha lasciata ko. Ho provato a cavarmela da sola, a fingere di non sentire i brividi della febbre ma lunedì, dopo aver ripreso GiòGiò e Ciala da scuola, mi sono letteralmente trascinata a casa di mia madre. Una volta da lei, mi sono sentita al sicuro e solo allora ho ceduto ed ho permesso alla febbre di travolgermi. Se non fosse stato per mia madre, giuro, non so come avrei potuto affrontare una settimana cosi pesante tra febbre, scariche e crampi dolorosissimi allo stomaco. Lei si é fatta carico dei pranzi e delle cene per i miei bimbi, riempiendo la dispensa di leccornie per colazione e merenda. Si é offerta di accompagnare Ciala la mattina a scuola, permettendo a me di restare al caldo sotto le coperte con GiòGiò. Si é presa cura di me, in tutti i modi in cui avrebbe potuto farlo e Ciala non vedeva l’ora di finire i compiti il pomeriggio per fare merenda con lei, con latte caldo e biscotti e le loro chiacchierate. Abbiamo unito i letti in cui dormivamo io e mia sorella ed ogni sera, dopo esserci infilati tutti e tre sotto le coperte, abbiamo ringraziato il buon Dio per il dono che é per noi.

La mia mamma, troppo presa a prendersi cura di me e dei miei bambini, mentre MaritoSingle era assorbito dal suo lavoro, che ha trascorso il giorno del suo compleanno come fosse un giorno qualunque, il primo anno in cui non spegne le candeline. Ed io mi sono sentita terribilmente in colpa e responsabile ma allo stesso tempo tanto fortunata ad avere una mamma cosi, che non vorrebbe essere altrove se non dove c’è bisogno di lei. La mia mamma che ha sempre una parola gentile ed un sorriso per chi la incontra, anche quando avrebbe tutto il diritto di starsene per conto suo a pensare alle sue cose.

Oggi sto molto meglio, ancora un po’ debole e con un paio di chili in meno ma c’è una cosa a cui penso spesso in questi giorni: che se mi viene naturale essere in un certo modo con i miei figli é perché ho chiaro in mente ciò che la mia mamma é per me.

Lei, per me, é fondamentale. Anche se ho 38 anni suonati ed anche se non ero in fin di vita.

E si, giuro che le candeline gliele faccio spegnere anche quest’anno.

Annunci

2 pensieri su “Fondamentale.”

  1. Che bello avere una mamma in cui rifugiarsi.
    Anche quando mia mamma non era più autosufficiente mi rifugiavo in lei….anche se lei non lo sapeva😊

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...