Tutto in un abbraccio.

La cosa bella di questo mio piccolo e meraviglioso pianeta-blog è che posso essere autenticamente Ale senza avere un cognome ed un volto. Sono io senza il mio corpo. Sono la mia anima, le mie emozioni.

Ieri è stata una giornata particolarmente pesante per tanti motivi cosi ho ho passato il pomeriggio a prendermi cura dell’essenziale e l’essenziale sono io, MaritoSingle, i miei nani. Mi sono presa cura di GiòGiò e della sua bronchite, facendolo dormire sul mio petto per cercare di alleviargli la tosse. Ho aiutato Ciala coi compiti, preparato la merenda e preparato la cena. MaritoSingle è stato fuori tutta la giornata ma al suo rientro ha trovato una casa calda, due nanetti già impigiamati e zompettanti ed un profumo di timballo di zucchine, pronto per essere mangiato.

A dirla tutta, il più accogliente di tutti quando MaritoSingle torna a casa è GiòGiò: ha imparato a riconoscere il rumore dell’ascensore. Molla tutto ciò che sta facendo, si mette in piedi in posizione d’ascolto e aspetta. Pare un suricato, uno di quegli animali che vivono nel deserto.

Appena MaritoSingle infila le chiavi nella toppa, GiòGiò inizia a prendere la rincorsa, saltella sul posto e… “Papà!!! Cei aivato!!!”. MaritoSingle lascia cadere la borsa e gli fa fare Ciupemenchevolacomantello.

“Sìììì! Sono tornato Giò! Siamo amici per la pelle io e te?”.

“No, siamo amico della cacca!”. E ridono.

Ciala li guarda di sottecchi e aspetta che sia il papà ad andare a salutarla. Fa sempre un po’ la sostenuta, ma poi le scappa sempre un sorriso che non sa nascondere quando il suo papá l’abbraccia. Infine, se non se ne dimentica, MaritoSingle da un bacino anche a me. Per essere sicuro che anch’io abbia il mio degno saluto, GiòGiò si mette dietro la mia schiena e mi spinge:

“Dai, mamma, abbaccia papà! Abbaccialo!”.

Io e MaritoSingle ci abbracciamo. Poco dopo all’abbraccio si aggiungono i nani che urlano: “Abbraccio di gruppo!!”.

In quell’abbraccio si scioglie tutta la stanchezza delle nostre giornate. In quell’abbraccio c’è tutta la nostra gratitudine reciproca e la gioia di essere li, finalmente, tutti e quattro.

Ed in quell’ abbraccio non può entrare nient’altro.

Annunci

10 pensieri su “Tutto in un abbraccio.”

  1. In quell’abbraccio c’è tutta la benedizione di Dio.
    Buon proseguo di giornata, mia cara❤️.
    Bello leggere di tua mamma🤣🤣.
    Anche la mia, ogni tanto, legge ciò che scrivo e mi rende felice.
    Ho anch’io un bellissimo rapporto, come il vostro.

    Liked by 1 persona

  2. L’essenziale di cui parlavo ed intendevo è proprio questo!!! La giusta rappresentazione della solitudine positiva e bella, quella che cerchi per star bene: crearsi una propria bolla e tutto ciò che è intorno si annulla. Non so se rendo l’idea…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...